lunedì, marzo 01, 2010

L'assessore comunale Riccio aggredito in piazza Plebiscito dai disoccupati


Giulio Riccio
Giulio Riccio
NAPOLI - L’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, Giulio Riccio, ha subito in Piazza Plebiscito «un’indegna e incivile aggressione da parte di alcune frange estremiste di disoccupati durante la pacifica e civile manifestazione degli immigrati». Lo dice, in una nota, il sindaco di Napoli, Rosa Iervolino Russo. «È inammissibile ed intollerabile - ha affermato la Iervolino - che nella piazza che rappresenta il cuore civile della città si faccia ricorso a sistemi e metodi di tale inaudita violenza». «Nel deplorare quanto accaduto - ha concluso - esprimo, anche a nome di tutta la Giunta, la più viva solidarietà all’assessore Giulio Riccio».

SEL - «Esprimiamo piena solidarietà a Giulio Riccio, vittima, stamane, di un atto di violenza, in puro stile fascista e squadrista, da parte di alcuni disoccupati». È quanto dichiarano Peppe De Cristofaro, del Coordinamento Regionale di Sinistra Ecologia e Libertà e Andrea Di Martino, del Coordinamento Provinciale di Napoli. «È un atto vile e vergognoso avvenuto durante la giornata di mobilitazione dei migranti, che si è svolta stamane per le strade di Napoli. Questo atto di violenza - continuano gli esponenti di SEL - non turba minimamente la straordinaria manifestazione di stamane, di cui questi soggetti sono del tutto estranei».

All'Assessore Riccio la piena solidarietà dei lavoratori cristiani delle ACLI napoletane.

Posta un commento