martedì, maggio 26, 2015

sabato, maggio 23, 2015

Papa Francesco alle Acli: il welfare non è un costo. testo integrale

Incontrando gli iscritti alle Acli il Papa ha detto: "È una importante battaglia culturale quella di considerare il welfare una infrastruttura dello sviluppo e non un costo”

Papa Francesco incontra le Acli in occasione del 70° anniversario della fondazione delle Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani e alza forte la sua voce contro le storture del mercato del lavoro e le ingiustizie che esso si porta dietro e lo ricorda alla politica: "E' una importante battaglia culturale quella di considerare il welfare una infrastruttura dello sviluppo e non un costo. La proposta di un sostegno non solo economico alle persone al di sotto della soglia di povertà assoluta, che anche in Italia sono aumentate negli ultimi anni, può portare benefici a tutta la società".


"Non possiamo - il suo appello -  tarpare le ali a quanti, in particolare giovani, hanno tanto da dare con la loro intelligenza e capacità; essi vanno liberati dai pesi che li opprimono e impediscono loro di entrare a pieno diritto e quanto prima nel mondo del lavoro". Bergoglio insiste quindi sulla necessità di un lavoro che sia davvero 'solidale': "Ogni giorno voi incontrate persone che hanno perso il lavoro, questo fa piangere, o in cerca di occupazione; persone che vogliono portare a casa il pane per la loro famiglia. A queste persone bisogna dare una risposta. In primo luogo, è doveroso offrire la propria vicinanza, la propria solidarietà".

Si rivolge poi così ai delegati: "I tanti 'circoli' delle Acli, che oggi sono da voi qui rappresentati, possono essere luoghi di accoglienza e di incontro. Ma poi bisogna anche dare strumenti ed opportunità adeguate. È necessario l'impegno della vostra Associazione e dei vostri servizi per contribuire ad offrire queste opportunità di lavoro e nuovi percorsi di impiego e di professionalità". "Libertà, creatività, partecipazione e solidarietà. Queste caratteristiche - ricorda il Papa - fanno parte della storia delle Acli. Oggi più che mai siete chiamati a metterle in campo, senza risparmiarvi, a servizio di una vita dignitosa per tutti".


"Troppo spesso il lavoro è succube di oppressioni a diversi livelli - ha continuato Papa Francesco -: dell'uomo sull'altro uomo; di nuove organizzazioni schiavistiche che opprimono i piu' poveri; in particolare, molti bambini e molte donne subiscono un'economia che obbliga a un lavoro indegno che contraddice la creazione nella sua bellezza e nella sua armonia. Dobbiamo far si' che il lavoro non sia strumento di alienazione, ma di speranza e di vita nuova". E poi ancora sui ragazzi  che "sono in pericolo di cadere nella malavita o di andare a cercare orizzonti di guerra come mercenari" senza l'opportunità di un lavoro.


venerdì, maggio 22, 2015

LAVORATORI TERME DI STABIA DELIBERA DI GIUNTA PER LA LORO SALVAGUARDIA

 

LAVORATORI TERME DI STABIA

DELIBERA DI GIUNTA

PER LA LORO SALVAGUARDIA

 

E

MARTEDI’ 26 MAGGIO 2015

INCONTRO

ALLA REGIONE

CON IL SINDACO CUOMO

ED

INVITALIA

 

Dopo il proficuo incontro di ieri a palazzo Chigi del sindaco Nicola Cuomo con il dr. Claudio De Vincenti, sottosegretario alla presidenza del consiglio, la dr.ssa Simonetta Moleti, dirigente generale per la vigilanza su enti e su società partecipate del Ministero dello Sviluppo Economicocon il dott. Vincenzo Donato, direttore generale per la politica regionale unitaria nazionale, e l’avv. Giovanni Portaluri della società INVITALIA, agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, oggi la giunta comunale ha deliberato: 

✓ di legare i complessi patrimoniali termali siti in Castellammare di Stabia, costituiti dalle terme comunali di proprietà del comune (ivi compresa l'utilizzazione delle sorgenti) e dalle nuove terme ai lavoratori termali che hanno garantito la continuità e la professionalità di un polo importante per la città e il Mezzogiorno con una precisa clausola di salvaguardia da inserire nei futuri bandi di privatizzazione nel senso che chiunque vorrà gestire le Terme dovrà, secondo le esigenze del proprio piano industriale, attingere al bacino dei lavoratori già impegnati alla data del fallimento delle Terme Stabia s.p.a allo scopodell’assorbimento nel tempo di tutti i lavoratori;
✓ di inviare il presente atto alla presidenza del consiglio comunale perché venga inserito all’ordine del giorno della prossima seduta allo scopo di ottenere anche l’approvazione del consesso cittadino.

 

Venuta a conoscenza della disponibilità del governo ad aiutare l’ente sulla problematica delle terme, la regione Campania ha prontamente convocato un incontro per martedì 26 maggio 2015, alle ore 12, a palazzo Santa Lucia convocando anche la società Invitalia e il dott. Ettore Cinque, sub commissario alla sanità.

 

Il sindaco Nicola Cuomo dichiara: “Vedo con piacere che l’incontro romano sta già portando i suoi frutti. Anche la regione Campania si è attivata ed ora dobbiamo tutti insieme lavorare per predisporre il bando per la privatizzazione delle terme e far ripartire al più presto l’attività termale.

Quest’oggi, inoltre, abbiamo mantenuto in giunta l’impegno di approvare la delibera per collegare i lavoratori termali alla futura privatizzazione. Nella prossima seduta anche il consiglio comunale potrà confermare tale impegno per dargli maggiore valenza.”

 

Castellammare di Stabia, 22 maggio 2015

martedì, maggio 12, 2015

A Castellammare di Stabia valorizzati i beni comuni.

ASSEGNATE LE DUE SPIAGGE LIBERE
“EX CALCINA DI POZZANO” E “LA ROTONDA”
Per il secondo anno consecutivo, in tempo utile per l’avvio della stagione balneare, è stata affidata, con bando pubblico, la gestione delle spiagge libere dei bagni di Pozzano “ex calcina” e della parte antistante la cava di pietra a confine con Vico Equense “La Rotonda”.
L’affidamento delle suddette due spiagge si aggiunge a quello dell’altra spiaggia libera “La Palombara” la cui convenzione è attualmente in corso.
La gestione dei servizi sulle spiagge, assegnata ieri -a conclusione della gara ad evidenza pubblica- a due cooperative cittadine, rappresenta per la nostra città un’occasione di lavoro e la possibilità, a breve e comunque sin dall’inizio della stagione estiva, di usufruire gratuitamente dei nostri lidi con servizi di pulizia, di bagni, di salvamento e di primo soccorso, avendo anche la possibilità di ottenere diversi servizi (ristorazione, bar, di attrezzature balneari, attività di intrattenimento e spettacoli) a prezzi molto contenuti.
Allo scopo di dare la dovuta informazione a tutti i cittadini, si allega al presente comunicato stampa, l’art. 15 del disciplinare di gara contenente gli obblighi principali dei concessionari previsti per garantire spiagge pulite, sicure e confortevoli.
Il sindaco Nicola Cuomo dichiara: “La regolamentazione delle spiagge libere e la concessione delle stesse ad aggiudicatari che hanno l’obbligo di fornire tutti i servizi essenziali consentirà agli stabiesi, che non hanno le possibilità economiche di accedere agli stabilimenti balneari a pagamento, di godere gratuitamente di spiagge pulite, sicure e accoglienti.
Durante la stagione estiva insieme alla capitaneria di porto effettueremo controlli costanti e senza preavviso per verificare in ogni momento il rispetto delle norme da parte dei concessionari.
Nella nostra città, dunque, abbiamo invertito la tendenza del passato di considerare le spiagge libere come dei luoghi di scarso ordine e pulizia. Intendiamo fornire servizi sempre migliori ai nostri concittadini ai quali invio comunque il messaggio, quale assessore ad interim dell’ambiente, di rispettare il mare e la natura evitando di sporcare con rifiuti le nostre spiagge.
Ringrazio l’assessore e il dirigente del settore demanio per il tempestivo svolgimento della gara.
Con il vice sindaco Maria Rita Auricchio stiamo lavorando per garantire anche quest’anno l’apertura del parcheggio delle antiche terme con relativa navetta a supporto dell’attività balneare.
Ricordo, infine, che questa buona notizia si aggiunge a quella diffusa alcuni giorni orsono relativa alla balneabilità, per il secondo anno consecutivo, della spiaggia situata a sud del porto “Marina di Stabia”, che d’estate viene utilizzato da tantissimi cittadini residenti nella zona a nord di Castellammare e non solo.
In questo risultato grande merito ha avuto l’aver attivato già agli inizi dell’anno 2014 il depuratore biologico alla foce del fiume Sarno e la mia amministrazione ha dato un contributo rilevante insieme agli uffici regionali, all’Arcadis e al prof. Massarotti.
Mi auguro che con il completamento dell’impianto di sollevamento delle acque del rivo San Pietro (adiacente l’albergo Miramare) avvenuto ultimamente e con l’ulteriore collettamento di parti importanti del nostro sistema fognario al depuratore biologico (mi riferisco alla zona di Scanzano e a quella sita a nord Ponte Persica e via Schito), che stiamo compiendo in questi mesi, si possano in futuro migliorare gli attuali risultati.
La balneabilità completa, obiettivo centrale del mio programma elettorale non è più un miraggio ma probabilmente diventerà realtà se la regione manterrà l’impegno di completare il collettore di Gragnano e collegherà ad esso le fogne del quartiere delle Fontanelle e della città di Santa Maria La Carità e dei comuni montani.”

venerdì, maggio 08, 2015

CASTELLAMMARE DI STABIA ADERISCE ALL’AVVISO PUBBLICO DELLA REGIONE CAMPANIA PER LAVORI OCCASIONALI A FAVORE DEI LAVORATORI CHE HANNO PERSO GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI



Oggi è stato pubblicato sul sito ufficiale del comune l’avviso per la selezione di lavoratori disponibili allo svolgimento di prestazioni occasionali di tipo accessorio, che abbiano i seguenti requisiti:
a) non essere beneficiari nel 2015 di alcuna indennità di disoccupazione e/o di altro sostegno al reddito;
b) essere stati percettori di ammortizzatori sociali in deroga negli anni dal 2012 al 31 dicembre 2014.
Quanti in possesso dei suddetti requisiti potranno presentare domanda al Comune entro le ore 12,00 del 26 maggio 2015, utilizzando esclusivamente il modello allegato all’avviso.
La ricerca di tali lavoratori, che saranno utilizzati per attività di giardinaggio, pulizia e manutenzione di edifici, strade, parchi e monumenti, lavori in occasione di manifestazioni sportive, culturali, caritatevoli, lavori di emergenza e attività lavorative a scopi di utilità sociale, s’inquadra nella manifestazione d’interesse che il Comune formalizzerà alla Regione Campania dopo la presentazione delle domande e la selezione semplificata prevista.
Con tale intervento s’intende promuovere e offrire uno strumento di sostegno immediato, seppure occasionale, a soggetti appartenenti alle fasce deboli del mercato del lavoro che ne fanno richiesta, tramite il loro coinvolgimento in attività lavorative presso datori di lavoro pubblici, come nello specifico il nostro comune, a fronte di esigenze lavorative di breve periodo, al fine di fronteggiare il perdurare della situazione critica del mercato del lavoro, conseguenza dell’attuale crisi produttiva profonda, per un nucleo consistente di soggetti privi di occupazione, non più beneficiario di sostegni al reddito.
Per ogni ulteriore approfondimento si allega al presente comunicato l’avviso pubblico e la relativa domanda.

"E' importante la scelta del comune di attivare il procedimento di utilizzo di tali lavoratori in considerazione del perdurare della crisi economica e occupazionale, e delle mutate politiche prioritarie nazionali e comunitarie- spiega l'assessore Pasquale Orlando- con il proposito di sperimentare un’ulteriore leva di politica attiva del lavoro e servizi di welfare to work rivolti ai target di lavoratori espulsi dal sistema produttivo e privi di qualsiasi forma di sostegno al reddito, integrativa alle azioni classiche di sostegno al reddito, finalizzata a ridurre i tempi d’inattività durante il periodo di disoccupazione.
La prossima settimana il comune -dopo una puntuale verifica delle esigenze dell'amministrazione e della nostra capacità di utilizzare in modo dignitoso e proficuo chi ne avrà diritto- presenterà alla regione anche la domanda per ospitare giovani in tirocinio nell'ambito del Programma Garanzia Giovani".

“E’ iniziata nel migliore dei modi la ‘nuova fase’ dell’amministrazione comunale ha affermato il capogruppo PD Michele Migliardi- Aderendo all’avviso pubblico regionale avremo la possibilità di offrire una risposta concreta alle necessità dei disoccupati stabiesi in possesso dei requisiti richiesti dalla regione Campania”.

“Il comune di Castellammare di Stabia ha rapidamente recepito il decreto della regione Campania sui lavori occasionali riservati a lavoratori che hanno perso gli ammortizzatori sociali -dichiara il sindaco Nicola Cuomo- e avviato subito le procedure per la loro e per sostenerli in un momento di particolare disagio, consentendo, al contempo, all’ente di avere personale da impiegare in servizi essenziali per la città.
Abbiamo deliberato con urgenza e con la collaborazione preziosa del nuovo assessore Pasquale Orlando, del capogruppo del PD e degli uffici, e garantiremo alla città nuovi servizi forniti da lavoratori capaci che vogliamo sostenere in un momento di particolare disagio. L'Amministrazione mentre insiste nella ricerca di soluzioni ai problemi strutturali della città non perderà alcuna possibilità per sostenere il reddito dei lavoratori.
Questa misura potrà essere utilizzata dai lavoratori dell’ex società Stabia Porto nonché da alcuni lavoratori termali e da altri lavoratori del territorio e la mia amministrazione farà di tutto per aiutarli.

Colgo l’occasione per dare anche l’altra buona notizia dell’incontro con le OO.SS. di categoria e la società Porto Antico di Stabia srl fissato per lunedì prossimo all’autorità portuale di Napoli per la problematica dell’assunzione dei lavoratori portuali con la partenza dell’attività di ormeggio dei mega yacht.”