giovedì, novembre 27, 2008

NUOVI VERTICI PER IL FORUM DELLA GIOVENTU’, ORGANISMO DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA

Il neopresidente Colucci: “Legalità, partecipazione giovanile, rappresentanza piena, diritto allo studio per tutti, lavoro sicuro sono le nostre sfide” Napoli, 27 novembre 2008 - Nuovi vertici per il Forum regionale della gioventù campano, organismo istituzionale del Consiglio Regionale della Campania. Forum è stato istituito nel 2004 quale organismo di partecipazione e consultazione della Regione Campania in materia di politiche giovanili. Il neopresidente Giacomo Colucci (ass. Giovani Insieme) ha proposto all’assemblea, il nuovo ufficio di presidenza, che è entrato in carica subito dopo. I vicepresidenti sono Claudia Baldari del Nuovo Psi e Paolino Napolitano del PD; nella presidenza anche Noèl Angrisani (Movimento Studenti Cattolici), Fabrizio D’Onofrio (Giosef), Emanuele Lastaria (Sinistra Universitaria), Andrea Giallonardo (Udeur). Nominato inoltre tesoriere Diego Del Vecchio dell’UDC e segretario organizzativo Giuseppe Precchia dei Giovani delle Acli. “Le sfide del Forum hanno il nome della legalità, della partecipazione giovanile, della rappresentanza piena, del diritto allo studio per tutti, del lavoro sicuro. E’ mia intenzione – ha dichiarato il presidente Colucci - garantire la più ampia condivisione su questi temi e su altri ma anche il più intenso dialogo con tutte le forze rappresentate nel Forum, allo scopo di avvicinare i giovani alle Istituzioni della nostra regione, fiducioso di trovare in esse una puntuale attenzione verso le esigenze di tutti i giovani della Campania”. Per Colucci è inoltre “necessario un serrato confronto sulle problematiche giovanili con il mondo delle Istituzioni laiche e religiose, con la società civile, nella sua espressione più viva e solare del volontariato e dell’associazionismo, con le Università e il mondo scolastico. Mi piacerebbe fare di questo Forum una realtà dinamica e propositiva, una sede aperta a raccogliere le istanze dei giovani. Siamo certi di riuscirci con l’impegno di tutti”.

Posta un commento