lunedì, giugno 03, 2013

Acli Dicearchia: Il bioscanner arriva a Pozzuoli. Avanza il progetto in memoria di Lia Di Francia

La cena di beneficenza del 31 maggio  nello stupendo e suggestivo  "di Francia Castello"  per sostenere il progetto "Un ponte verso il bioscanner", dedicato a Lia Di Francia, con il Patrocinio del Comune di Pozzuoli, ha avuto un ottimo successo. La dottoressa Carla Ricci, assistente e moglie del Professore Vedruccio (assente per motivi di salute) dopo aver relazionato sulle caratteristiche dello strumento, ha ufficialmente consegnato il  bioscanner alla città di Pozzuoli, mentre il dottor Giuseppe Sepe, urologo, ha relazionato sulle sue esperienze positive e sulle caratteristiche straordinarie di questa eccezionale scoperta  attraverso la dimostrazione pratica del funzionamento dello strumento fatta ad un volontario. L’obiettivo dell’evento è stato dunque proprio quello di presentare il bioscanner, straordinaria scoperta del professore Vedruccio, omologata dall’Iss, molto utile per una efficace prevenzione sanitaria. Attraverso un esame non invasivo, che dura giusto qualche minuto e senza nemmeno spogliarsi, è possibile individuare lesioni anche di pochi millimetri. La serata è stata allietata del piano bar di Antonio Vitale, dirigente medico, con esibizioni canore anche dell'avvocato Giovanna di Francia, presidente dell'Acli Dicearchia di Pozzuoli e di Nunzia Marolda. 
Alla cena hanno partecipato medici, dirigenti scolastici, rappresentanti di varie categorie professionali. Alla  illustrazione del bioscanner è stato presente il direttore sanitario dell'Asl  NA2, il dottor Camillo Daniele,  che ha mostrato il suo interesse ad approfondire la problematica; il responsabile della Cisl Flegrea Giuseppe Esposito, con il Segretario Provinciale  della Filca - Cisl, Antonio Ossuto. 
Attraverso un messaggio il Sindaco  Figliolia, impossibilitato per importanti impegni istituzionali, ha  comunicato di aver raccolto adesioni al progetto tra gli Amministratori che consegnerà nei prossimi giorni al Presidente di Acli e Osservatorio. "Ad oggi è stata  raggiunta la somma di circa 11.000 euro - affermano i promotori dell'iniziativa -  Mancano ancora 7.000 euro, considerato il  trattamento riservato ad Acli ed Osservatorio dai coniugi Vedruccio, ai quali esprimiamo tantissima riconoscenza. 
Analoga immensa riconoscenza va a Pietro e Tiberio di Francia per il loro eccezionale contributo per la realizzazione del progetto". Acli e Osservatorio hanno inoltre assegnato al Professore Vedruccio "l'Oscar della speranza" con una targa, mentre alla dottoressa Ricci è stata consegnata una pergamena per riconoscerle il suo quotidiano impegno a sostegno del bioscanner. Un gesto straordinario di solidarietà ha poi particolarmente colpito i promotori del progetto: Giovanna Merone ed Antonio Cucolo si sono sposati ed hanno voluto destinare  al  "Ponte verso il bioscanner" la somma prevista per le bomboniere. Inoltre hanno diffuso l'iniziativa tra gli invitati attraverso la distribuzione di pergamene. Il personale docente e non docente del 1° circolo di Pozzuoli ha aderito con un versamento di 598 euro (la dirigente Angela Palomba ha partecipato alla cena); dall'IC  Pozzuoli 3°/Annecchino è arrivato un bonifico di 180 euro;  sono in programma altre iniziative, come la replica della commedia comica "Felici Condoglianze" a cura di Arcobaleno Bianco di Irene Ascolese; il  concerto delle "Orme dei Pooh";  mostre a fine anno in alcune scuole, come all'IC Pozzuoli 6°/Quasimodo; altre scuole hanno in programma raccolte fondi  all'inizio dell'anno scolastico, per cui si prevede di raggiungere l'obiettivo al 100% entro l'anno. 
"Inizia adesso  - rende noto il professore Ciro Di Francia, presidente dell'Osservatorio per la Tutela dell'Ambiente e della Salute - il percorso  di formazione dei medici volontari per poi avviare il progetto di prevenzione, soprattutto per i giovani, anche attraverso le scuole, e per  i cittadini dell'area flegrea".
http://www.quartonews.it/index.php/cronaca-2/844-il-bioscanner-arriva-a-pozzuoli-cresce-il-progetto-in-memoria-di-lia-di-francia
Posta un commento