giovedì, marzo 07, 2013

L’Economia si fa Civile…ripartendo dal territorio! A Salerno si inaugura l’anno genovesiano  



LACLI di Salerno rilanciano una visione di futuro per il Paese
capace di generare legami di reciprocità e fraternità.

Parte da Castiglione del Genovesi (Sa), luogo natio dell’economista Antonio Genovesi (1713-2013) un idea di economia e di mercato che sappia coniugare profitto ed etica, carità e giustizia, distribuzione della ricchezza e felicità pubblica.
Il prossimo 8 marzo a Castiglione del Genovesi, ospiti del Centro Studi “Antonio Genovesi”, si aprirà l’anno genovesiano, con il contributo d’importanti economisti, che animeranno i diversi incontri, programmati nel corso dell’anno.
LACLI di Salerno, in occasione del 300° anniversario di A. Genovesi, hanno voluto ripercorrerne l’avventura intellettuale, economica e civile, per rilanciare il dibattito su modello di economia e mercato capace di contemplare il dono e generare reciprocità.
La nostra idea, dichiara il Presidente Gianluca Mastrovito,nasce dalla necessità di restituire felicità alle persone,ripartendo dai territoriluoghi in cui si generano valori, dove va riscoperta la capacità di stare insieme, di cooperare, di produrre buona economia e buoni rapporti, ovverosussidiarietà circolare.
Viviamo, continua Mastrovito, una crisi non solo economicae valoriale, direi piuttosto antropologica, dove i rapporti le alleanze, sono poveri di condivisione e generatività.
Le ACLI, sentono di dover riscoprire il valore del dono, che nasca da rapporti di giustizia, di equità sociale e corresponsabilità verso i beni comuni. Riteniamo di doveragire nuovi stili e modelli economici, che sappiano includere le persone e renderli capaci di crescere e cooperare.
Per far questo, dobbiamo recuperare una visione di futuro, che sia generativa, che investa sulle giovani generazioni,capace di salvaguardare i nostri territori, di recuperare il benessere e la felicità nel lavoro, la dignità delle persone.  
L’occasione per far questo, ci viene donata dal Centro Studi“A. Genovesi”, che nel tempo, grazie allo spessore accademico del suo comitato scientifico e dalla lungimiranza del suo Presidente Alberto Vitolo, hanno saputo creare un luogo di pensiero, elaborazione e promozione dell’opera genovesiana, partendo proprio dal territorio, dal luogo natio dell’economista, promuovendolo ed animandolo.    
Una felice concomitanza, dire un tempo propizio, ci vieneofferto – continua Mastrovito - dall’evento internazionale promosso dall’Istituto Sturzo che si terrà a Napoli il prossimo 09 marzo, quando rappresentanti internazionali del mondo scientifico e civile, attraverso il pensiero del Genovesi, parleranno dell’economia che incontra la società civile.
Sento, conclude il Presidente Mastrovito – di dover ringraziare il Prof. Luigino Bruni, uno dei tanti protagonisti presenti a Castiglione, studioso internazionale di spicco dell’economia civile, per aver dato fiducia e sostenuto questa iniziativa, dalla quale vuole partire un messaggio di speranza, una visione di futuro e perchè no, un idea da cuioperare buona economia.
Posta un commento