martedì, novembre 13, 2012

Le Acli di Salerno ed il Progetto Policoro a favore delle politiche attive del lavoro.


Promuovere Impresa non è un impresa!
-------------------------------------------------------------------------
Nella diocesi di Amalfi-Cava consulenza gratuita
per chi vuole creare nuova economia!

Le Acli di Salerno ed il Progetto Policoro
a favore delle politiche attive del lavoro.

La Pastorale Sociale e del Lavoro della diocesi di Amalfi-Cava de’ Tirreni, ancora una volta si rende protagonista di una significativa iniziativa tesa ad agire il mercato del lavoro.    
A qualificare la proposta dell’ufficio pastorale, è l’efficace collaborazione nata intorno ad un progetto, che vuole creare opportunità, in un territorio in piena emergenza occupazionale, dove mediamente 2 giovani su 3 non lavorano e la forza lavoro impiegata è meno del 40% della popolazione in età da lavoro.
Ebbene, in un quadro così preoccupante, c’è ancora chi promuove speranze ed occasioni per risollevarsi dalla crisi, che genera ansie e paure, fattori che spesso condizionano il pensare positivo.        
Le Acli Salerno, hanno voluto dar fiducia a questa impresa…e così, in una cordata che vede aderire il Progetto Policoro, il Centro per l’impiego, l’Assessorato al Lavoro e alle Politiche Sociali del Comune di Cava de’ Tirreni, lo Sportello Informagiovani ed il Forum dei Giovani della città metelliana, si è dato vita al Front Office di prima consulenza all’autoimpresa.
L’obiettivo principale di questo sportello, che offrirà gratuitamente la propria consulenza, sarà quella di fornire un sostegno/accompagnamento qualificato a soggetti tradizionalmente esclusi dal sistema finanziario o comunemente considerati più deboli e poco competitivi nel mercato del lavoro (giovani, donne, immigrati) che vogliono sviluppare ed avviare un'idea imprenditoriale nuova ed efficace.
Il servizio, erogato da personale qualificato, accompagnerà chi ne farà richiesta, in percorsi di creazione di Business Plan, attraverso colloqui mirati, al fine di valutare concretamente la sostenibilità/realizzazione delle azioni progettuali e successivamente, in percorsi di accompagnamento di accesso alle risorse (avvisi, bandi, microcredito, project finance…).
Sentiamo il dovere, dichiara Mastrovito - Presidente delle ACLI di Salerno - di promuovere sussidiarietà circolare, per le nostre comunità che con grande dignità ma enormi difficoltà cercano di esorcizzare la crisi. C’è bisogno, continua Mastrovito, di promuovere politiche attive del lavoro per facilitare e ridefinire nuove opportunità di accesso al mercato del lavoro. L’impresa, si presta a recuperare nuovi spazi, ridefinire nuovi orizzonti, rilanciare una nuova dimensione culturale che contrasti questa economia di mercato perversa. Va recuperata, la nostra vocazione economica…capace di creatività, di lavoro ben fatto e di inclusione sociale.
Questa collaborazione, conclude Mastrovito, tra diverse realtà accomunate dall’impegno nel mondo del lavoro ha il significato di riprendere un cammino comune a favore dei bisognosi uscendo dalle “rughe” dello sterile agire da soli, per trovare insieme soluzioni nuove ai veri problemi del quotidiano, aprendo la possibilità ad una rete ampia che metta a disposizione carismi e talenti. Dall’operaio allo studioso, dal ricercatore allo scienziato, dall’operatore economico al politico, c’è bisogno di persone che vivano senza compromessi nelle loro coscienze, l’appello al bene comune e che si impegnino nella solidarietà e sussidiarietà praticata, modalità dell’agire che privilegiano percorsi inclusivi.

Lo Sportello Impresa, aprirà le porte mercoledì 13 novembre e sarà ubicato c/o l’ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro (Curia vescovile - p.zza Duomo, 9) nel Comune di Cava de Tirreni.
Per info: diocesi.amalfi@progettopolicoro.it  - tel./fax 089/29.650.08 - 089/342.379
Posta un commento