domenica, febbraio 21, 2010

Migranti per lo Sviluppo

Lavoro domestico: Al via il corso di formazione
Promosso da Acli Colf, l'associazione professionale delle Acli, insieme all'Ipsia, l'ong aclista, il corso, diretto ai dirigenti aassociativi sul territorio, vuole migliorare la capacità di comprendere il settore di impiego e approfondire il pensiero sul lavoro domestico e l’assistenza familiare

18 febbraio 20101 - Si chiama ‘Migranti per lo sviluppo’ il corso organizzato in due moduli dalle Acli Colf in collaborazione con Ipsia per i fine settimana 19- 21 febbraio e 5-7 marzo presso l’hotel Midas (Roma, via Aurelia 800).

Il corso, diretto ai dirigenti territoriali delle Acli Colf che in Italia sono presenti su circa 30 province, vuole migliorare la capacità di comprendere il settore di impiego delle Acli Colf, approfondire il pensiero sul lavoro domestico e l’assistenza familiare, migliorare le capacità di crescita e co-sviluppo.

Nella prima sessione, 19- 21 febbraio, sarà presentata l’esperienza di Acli Colf, il suo ruolo e i suoi obiettivi. Sarà inoltre possibile riflettere su un progetto pilota sul lavoro domestico e di cura realizzato a Padova.

La storia delle Acli Colf nel contesto italiano sarà invece uno dei temi del secondo modulo. Sempre nel week-end del 5-7 febbraio si parlerà si lavoro domestico e di welfare in un’ottica internazionale.

Per informazioni sul corso, diretto ai dirigenti provinciali delle Acli Colf, contattare la segreteria organizzativa: tel. 065840367.

Migranti per lo Sviluppo – Programma Corso

19 – 20 – 21 febbraio 2010

Modulo 1:

Associazionismo, progettazione e co-sviluppo

Focus 1. Associazionismo e co-sviluppo

Obiettivi

• raccordo tra esigenze e obiettivi dei formatori e bisogni e interessi dei beneficiari

• sviluppare il senso dell’associazionismo nel contesto attuale;

• dall’associazionismo al co-sviluppo: cosa significa co-sviluppo dal punto di vista storico, politico, concettuale e sua rilevanza;

• illustrazione casi di studio: come progetti di co-sviluppo abbiano contribuito al miglioramento delle condizioni di vita nei territori di implementazione

    Venerdì 19 febbraio - Ore 15.00/19.00

    Saluti e Presentazione del Corso. Acli Colf: associazione e prospettive per il futuro.

    Raffaella Maioni (Acli Colf)

    Introduzione. Il lavoro di cura come luogo in cui progettare per costruire Welfare.

    Vittoria Boni (Dipartimento Welfare Acli)

    Conoscenza dei partecipanti e presentazione delle realtà associative.

    Presentazione del progetto Migranti per lo sviluppo e del percorso formativo.

    Analisi delle aspettative. Definizione dei contenuti del calendario.

    Luca Piazzi (Ipsia)

Focus 2. Rafforzamento dell'associazione: comunicazione interna e diagnostica partecipativa

Obiettivi

• Far emergere i significati dell'associazionismo all'interno di un contesto e nell'ambito del co-sviluppo;

• Acquisire strumenti per leggere l'organizzazione: punti di forza e di debolezza;

• Offrire uno spazio di confronto finalizzato all'ascolto di differenti esperienze e

identità associative.

    Sabato 20 Febbraio - Ore 09.00/13.00

    Introduzione. L’associazionismo in un’ottica internazionale. Il ruolo delle Acli.

    Michele Consiglio (Rete Mondiale Aclista)

    Definizione del concetto di co-sviluppo e brainstorming sulla parola associazione;

    Interazione e scambio sul ruolo dell'associazionismo; Ipotesi di significato: l'agire associato; Presentazione di casi di co-sviluppo e/o associativi e lavoro in sottogruppi;

    Griglia analitica: funzioni organizzative.

    Luca Piazzi (Ipsia)

Focus 3. Sviluppo ed elaborazione dell’idea progettuale

Obiettivi

• Offrire strumenti per facilitare e consolidare l'idea progettuale

• Sostenere lo sviluppo dell'idea progettuale in relazione alla lettura del contesto

• Mettere in Relazione l'idea progettuale all'identità e alla mission organizzativa

    Sabato 20 Febbraio - Ore 15.00/19.00

    Costruzione di una definizione di idea progettuale;

    Griglia di elaborazione dell'idea progettuale: rapporto tra risorse e bisogni a partire dalla lettura dei contesti;

    Dall'idea progettuale alla stesura di un progetto.

    Onama John (Docente di Euro-progettazione, Facoltà di Scienze Politiche – Padova)

Confronto in aula

    Motivazioni e sviluppo delle progettualità all’interno delle Acli Colf. Creare la nostra rete.

    L’esperienza progettuale nelle Acli Colf

    Clorinda Turri e Teresa Mereu (Acli Colf)

Focus 4. Acli Colf: suoi ruoli ed obiettivi

Obiettivi

• Offrire un momento di riflessione sull’esperienza formativa e sugli sviluppi delle possibilità di fare associazione nel contesto odierno

    Domenica 21 Febbraio - Ore 09.00/13.00

    Momento di riflessione condiviso sulla spiritualità e sull’impegno associativo

    Presentazione di un Progetto Pilota sul lavoro domestico e di cura.

    Cristina Mazzacurati (Master Studi interculturali Padova - Acli Colf Padova)

    Valutazione dell’esperienza formativa

    Pina Brustolin e Federica Suardi (Acli Colf)

    Formazione ed impegno nelle Acli

    Paola Vacchina (Funzione Formazione e presidenza Caf Acli)

      Migranti per lo Sviluppo– Programma Corso

    05 – 06 - 07 marzo 2010

    Modulo 2: Temi e contenuti dell’associazione

    Focus 1. I temi dell’associazionismo specifico nelle Acli Colf. Analisi del contesto italiano e internazionale

    Obiettivo

    • Offrire un percorso mediante il quale si possano migliorare i propri strumenti conoscitivi in merito ai temi sviluppati dalle Acli Colf.

      Venerdì 05 marzo - Ore 15.00/19.00

      Introduzione. Acli Colf e la loro storia nel contesto italiano.

      Rina Bressan (Acli Colf)

      Immigrazione: una panoramica attuale in Italia e nel contesto europeo.

      Antonio Russo (Area Immigrazione Acli)

      Migrant Domestic Worker: riflessione sul lavoro domestico in un’ottica internazionale.

      Martina Liebsh (Caritas Internationalis)

    Testimonianze e Confronto in aula

      Valutazione delle esperienze a partire dalle proprie realtà associative

    Focus 2. Welfare italiano e transnazionale rispetto al lavoro domestico e all’assistenza familiare.

    Obiettivo

    • Partendo dall’analisi, ricerche e progettualità realizzate, sviluppare il tema del Welfare della cura nel contesto italiano e con una prospettica transnazionale.

      Sabato 06 marzo - Ore 09.00/13.00

      Introduzione. Progettare per costruire Welfare. Sinergie ed azioni sviluppate dal Patronato Acli in Italia e all'estero

      Fabrizio Benvignati (Patronato Acli)

      Lavoro di Cura e Welfare transnazionale

      Flavia Piperno (Ricercatrice Cespi)

      “Assistenza pubblica e privata. Analisi del ruolo degli Enti locali e buone prassi”.

      Presentazione della ricerca condotta da Raffaella Sarti ed Elena de Marchi.

      Elena de Marchi (Università degli Studi di Milano)

      Confronto in aula

      Valutazione delle esperienze a partire dalle proprie realtà associative.

    Focus 3. Implementazione dei propri strumenti di analisi attraverso approfondimenti sulle tematiche oggetto di studio delle Acli Colf

    Obiettivo

    • Approfondire i contenuti in merito al lavoro di cura rispetto all’analisi sociologica e alla lettura dei contesti.

      Sabato 06 marzo - Ore 15.00/19.00

      Il lavoro di cura in un’ottica di genere.

      Maria Grazia Fasoli (Funzione Studi e Coordinamento del programma)

      Il lavoro di cura nel contesto italiano. Presentazione del libro “Badanti”.

      Asher Daniel Colombo (Docente Sociologia Università di Bologna)

      Il lavoro di cura: diagnosi di un rapporto di lavoro tra dinamiche sociali e crisi personale.

      Maria Stropkovicova (Cooperativa Lybra Trieste)

      Lavoro Domestico e Immigrazione a Napoli: analisi di un contesti partendo dai dati.

      Anna Cristofaro (Direttivo Nazionale Acli Colf - Acli Colf Napoli)

    Confronto in aula

      Valutazione delle esperienze a partire dalle proprie realtà associative

    Focus 4. Welfare italiano e transnazionale rispetto al lavoro domestico e all’assistenza familiare

    Obiettivo

    • Partendo dall’analisi, ricerche e progettualità realizzate, sviluppare il tema del Welfare della cura nel contesto italiano e con una prospettica transnazionale.

      Domenica 07 marzo - Ore 09.00/13.00

      Momento di riflessione condiviso sulla spiritualità e sull’impegno associativo rispetto ai propri territori.

      Valutazione dell’esperienza formativa

      Malanca Laura e Barbara Mastrosimone (Acli Colf)

      Come sviluppare l’associazionismo nel settore del lavoro di cura e che stile dare alla propria associazione.

      Achille Tagliaferri (Dipartimento Pace e Stili di Vita)

Posta un commento