martedì, dicembre 16, 2008

www.superabile.it , triplicati i contatti al portale dell'Inail per la disabilità

DISABILITA' – Superabile.it, contatti triplicati da Redattore Sociale

Presentata oggi la nuova versione di Superabile, il Contact Center dell’Inail per la disabilità. In due anni triplicati i contatti al portale Superabile.it, che attualmente raggiunge 8.400 accessi e 17.500 pagine visitate ogni giorno. Il presidente dell’Inail, Sartori: “Il Contact Center anticipa quello che potrebbe essere il passo evolutivo del rapporto Inail clienti”. Il resoconto della presentazione.
- "La legge 104 non si tocca, ma va calata nel quotidiano''. Il sottosegretario alla Salute Martini sui permessi lavorativi concessi ai familiari di persone con disabilità.

- Inail: i sindacati contestano Brunetta, lui non si presenta. Striscioni, manifesti e megafoni all’Auditorium Inail per protestare contro il “giro di vite” voluto dal titolare del dicastero per la Pubblica Amministrazione sui permessi lavorativi a chi assiste persone disabili. Salta il “confronto”.
- Superabile ha un gemello…in Spagna. Da cinque anni l'agenzia di stampa Servimedia realizza i siti Discapnet e Solidaridad Digital dedicati al mondo della disabilità. 47 i disabili assunti. Il direttore González Huesa: ''Rompere le barriere si può. Anche nelle redazioni''. vai>>


Informazione, accessibilità e partecipazione: presentato il nuovo SuperAbile (dal sito superabile.it)

Le parole d'ordine della nuova versione del nostro portale, presentato all'Auditorium dell'Inail. Il sottosegretario alla Salute Francesca Martini: "Una piattaforma sulla quale muovere il mondo che gira intorno alle persone con disabilità". Sartori (Inail): "Il Contact Center anticipa il passo evolutivo del rapporto dell'Inail con i clienti". E nel racconto della giornata entrano anche Alitalia e la legge 104
mano che usa un mouse

ROMA - Informazione, accessibilità e partecipazione. Questi i principali punti di forza del nuovo Superabile, il Contact Center integrato dell'Inail per la disabilità, secondo il presidente dell'Istituto per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, Marco Fabio Sartori. La presentazione dei nuovi servizi di Superabile si è tenuta questa mattina all'Auditorium dell'Inail di Piazzale Pastore. "Il portale si presenta in una nuova veste grafica che lo rende più chiaro e più accessibile" ha detto Sartori, sottolineando anche l'importanza del Contact Center "che anticipa quello che potrebbe essere il passo evolutivo del rapporto Inail clienti". Sartori ha poi ricordato come, secondo il Libro bianco sull'invalidità civile in Italia da poco presentato dal ministero del Welfare, solo poco più del 30% delle persone con disabilità abbia un lavoro. E questo testimonierebbe "come per le imprese italiane il disabile rappresenti un fattore antieconomico". Un fatto grave, quest'ultimo, "che dobbiamo contribuire a superare, perché - ha proseguito il presidente dell'Inail - la disabilità può diventare un fattore di promozione sociale e noi tutti dobbiamo farci carico che questo 30% diventi assimilabile ai lavoratori non portatori di disabilità. Si tratta di un fatto di civiltà di cui dobbiamo essere portatori".

Durante la presentazione è intervenuto anche il presidente della Federazione Italiana Superamento dell'Handicap (Fish), Pietro Barbieri, che ha ripercorso la storia di Superabile.it, nato per la prima volta otto anni fa con direttore Franco Bomprezzi. "Vi è stato un impegno straordinario da parte dell'Inail nel far sì che il portale andasse avanti: una questione particolarmente importante, soprattutto considerando che i servizi delle pubbliche amministrazioni spesso non presentano quella continuità necessaria a garantire le persone con disabilità che usufruiscono dei servizi". Inoltre, ha aggiunto Barbieri, la stessa convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità "sostiene che l'informazione rappresenta il paradigma della democrazia. E da questo punto di vista l'impegno dell'ente è stato di sostanza e non di forma". Tuttavia, ha proseguito il presidente della Fish, i diritti delle persone disabili non sono sempre garantiti, a cominciare dalla questione del lavoro che trova pochi riscontri nella realtà. Si tratta, in poche parole, di "un problema oggettivo, ma anche di uno stigma che deve essere affrontato". E a questo proposito Barbieri ha citato il caso Alitalia: "Le persone con disabilità sono state le prime a essere escluse dalla Cai. D'altra parte l'amministratore delegato Sardelli lo aveva detto chiaro e tondo: vanno prese persone con capacità produttive. E questo vuol dire che i disabili non sono considerati produttivi".

Grande apprezzamento per il nuovo Superabile.it è stato espresso anche dal sottosegretario al Lavoro, alla Salute e alle Politiche sociali, Francesca Martini, che ha detto: "Saluto con soddisfazione l'opportunità offerta alle persone con disabilità e alle loro famiglie di avere un portale aggiornato e arricchito". E subito dopo ha aggiunto: "Superabile oggi può e deve diventare per il nostro Paese e fuori dalle frontiere nazionali una piattaforma sulla quale muovere il mondo che gira intorno alle persone con disabilità". Il sottosegretario ha poi voluto rassicurare un gruppo delle rappresentanze sindacali di base che hanno espresso la loro preoccupazione circa la possibilità di modificare la legge 104 nella parte relativa alla possibilità di astenersi dal lavoro da parte di persone con familiari disabili. "La 104 non è in discussione - ha detto Martini. - Questa legge ha un solo difetto: quello di non essere stata applicata adeguatamente fino a questo momento".

"Il servizio si articola in tre aree di lavoro - ha spiegato Giovanni Sansone, direttore del Contact Center Superabile - un call center che funziona attraverso il numero verde 800.810.810, il portale Superabile.it e una serie di attività di animazione sul territorio". In particolare, ha precisato Sansone, il call center è formato quasi interamente da operatori con disabilità medio-gravi altamente specializzati. E soprattutto - cosa rara di questi tempi - ha ricordato che al suo interno non ci sono lavoratori precari. Inoltre, ha aggiunto, "le telefonate al call center durano a lungo perché gli operatori telefonici non si limitano a dare risposte veloci, ma cercano di far sviscerare all'utente un effettivo bisogno, spesso non espresso direttamente o nascosto dietro un quesito mal posto". Infine, per il direttore editoriale di Superabile.it, Stefano Trasatti, vi è un unico aggettivo per definire il nuovo portale: "ricco". "È un portale che non si finisce mai di navigare - ha detto Trasatti -: c'è una forte copertura giornalistica che avviene attraverso una redazione dedicata per un totale di 35 home page che equivalgono di fatto ad altrettanti portali". Il direttore editoriale ha poi sottolineato l'incremento dei contatti registrati dal portale. Infatti dall'ottobre 2006, data del primo rinnovo del portale, il numero degli accessi è triplicato e attualmente si contano 8.400 accessi e 17.500 pagine visitate al giorno con una media di oltre 10 mila contatti dal lunedì al venerdì. (ap)

Posta un commento