sabato, marzo 21, 2015

La Fap ACLI di Napoli saluta Papa Francesco.


Dal primo giorno del pontificato la Fap ACLI NAPOLI segue con attenzione la pastorale di Papa Francesco e spesso lo raggiunge a San Pietro e in altre visite. Oggi lo accogliamo a Pompei e Napoli nella nostra terra con infinita gioia.

Ci piace ricordare le sue parole sul lavoro e il dialogo tra le generazioni e l'invecchiamento attivo che sono guida per la nostra azione educativa e sociale.
"Le parole del Santo Padre ci incitano ad un più forte impegno contro la cultura dello scarto che penalizza gli anziani e i giovani buttati fuori da un mercato del lavoro ingiusto e crudele- ha dichiarato Pasquale Orlando, segretario della Fap ACLI napoletana -Sappiamo che la mancanza di lavoro è una sofferenza che ti porta a sentirti senza dignità!, per questo siamo pronti a partecipare e lottare senza farci rubare la speranza." Viviamo- ha detto Papa Francesco- la conseguenza «di una scelta mondiale di un sistema economico che porta a questa tragedia. Un sistema economico che ha al centro un idolo, che si chiama denaro». Invece «Dio ha voluto che ci siano l’uomo e la donna, che portino avanti, col proprio lavoro, il mondo». In questo sistema senza etica – insiste il Pontefice - «Comandano i soldi! Comanda il denaro! Comandano tutte le cose che servono a questo idolo». È da qui che si arriva «all'eutanasia nascosta» e le prime vittime sono gli anziani e i giovani. La FAP ACLI su questa linea incentiverà il suo ruolo di promotore di invecchiamento attivo e dialogo tra le generazioni."
Posta un commento