sabato, aprile 27, 2013

Nasce il governo Letta, ora la fiducia Il premier: «Sobria soddisfazione» - Corriere.it


Enrico Letta incontra i giornalisti (Ap/Borgia)
Dopo lunghe e convulse trattative Enrico Letta arriva al traguardo: sabato pomeriggio ha sciolto la riserva e presentato la sua squadra di Governo. Salito al Colle alle 15 per sottoporla al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, poco dopo le 17.15 ha presentato l'elenco dei ministri. Sessantuno giorni dopo le elezioni Politiche, e 127 giorni dopo le dimissioni di Mario Monti, quindi, l'Italia ha un nuovo esecutivo.
LA SQUADRA - Angelino Alfano guiderà il ministero degli Interni, Emma Bonino quello degli Esteri. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento è Dario Franceschini,Giampiero D'Alia quello per la Pubblica amministrazione,Anna Maria Cancellieri quella della Giustizia, Fabrizio Saccomanniquello dell'Economia. Le Riforme costituzionali vanno a Gaetano Quagliariello. Il ministero delle Politiche Agricole è stato affidato a Nunzia di Girolamo (che in Veneto ricordano per la polemica sui contadini). Tra le tante donne, il ministro Cécile Kyenge, medico oculista nato nella Repubblica Democratica del Congo, che si occuperà dell'Integrazione. È nata all'estero, in Germania, anche Josefa Idem, ministro dello Sport.
I PRIMI PASSI - I primi passi dell'esecutivo di Letta, 46 anni, ora saranno il giuramento davanti al Capo dello Stato, domenica mattina, e la presentazione per la fiducia davanti alle due Camere. Il giuramento avverrà domenica.
SOBRIA SODDISFAZIONE - «Voglio premettere alla lettura della lista ancora una profonda gratitudine nei confronti del presidente della Repubblica per questa fiducia - ha esordito Letta alle 17.20 -, e aggiungere parole di sobria soddisfazione per la squadra che siamo riusciti a comporre, per la disponibilità dimostrata, le competenze e il record di presenza femminile, e per il ringiovanimento complessivo della compagine di governo».
NAPOLITANO: «È GOVERNO POLITICO» - Subito dopo
Stretta di mano tra il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il premier Enrico Letta (Afp/Pinto)Stretta di mano tra il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il premier Enrico Letta (Afp/Pinto)
Letta ha preso la parola Napolitano, che ha commentato: «Vorrei aggiungere solo semplicissime parole a commento della presentazione della squadra di governo effettuata dall'onorevole, dal presidente Letta - ha annunciato - Innanzitutto non c'è bisogno di alcuna formula speciale per definire la natura di questo governo. È un governo politico formato nella cornice istituzionale e secondo la prassi della nostra democrazia parlamentare. È un governo nato dall'intesa delle forze politiche che insieme garantiranno la fiducia nelle due Camere. Era ed è l'unico governo possibile in un momento in cui non si poteva più aspettare oltre per le sorti del nostro Paese».


Nasce il governo Letta, ora la fiducia Il premier: «Sobria soddisfazione» - Corriere.it
Posta un commento